Open      
motore di ricerca
HOME » EMERGENZA COVID 19 | Misure per le famiglie

AVVISO PUBBLICO PER L’ADOZIONE DI MISURE INTERVENTO URGENTE A FAVORE DEI NUCLEI FAMILIARI CAVENAGHESI IN DIFFICOLTA’

100 MILA EURO STANZIATI DAL COMUNE A SOSTEGNO DEI CAVENAGHESI

L'emergenza sanitaria che stiamo attraversando ha colpito tutti noi dal punto di vista emotivo e personale; consapevoli che gli strascichi della pandemia lasceranno il loro segno indelebile anche sotto il profilo sociale, abbiamo da subito iniziato a ragionare ed elaborare delle politiche che prevedessero un sostegno anche economico per i nostri cittadini, specialmente per chi è stato duramente colpito dalla crisi. 

Durante l'ultimo Consiglio Comunale abbiamo quindi presentato il nostro progetto di rilancio del territorio, stanziando una somma di 100MILA EURO da destinare come contributi straordinari alle famiglie cavenaghesi in difficoltà. Una cifra mai vista prima e che rappresenta la chiara volontà di mettere un freno all'emergenza economica che si sta delineando.

Giacomo Biffi
Vicesindaco
Assessore ai Servizi Sociali e alla Pubblica Istruzione

BENEFICIARI:

  • Nuclei familiari residenti a Cavenago di Brianza
  • in possesso di un regolare permesso di soggiorno (solo per richiedenti extra UE)
  • con un ISEE ordinario 2020 max fino a € 26.000,00 o in alternativa autocertificare tale requisito di accesso e impegnandosi a presentare l’attestazione ISEE in corso di validità, entro e non oltre 60 giorni dalla presentazione della domanda. Per la definizione della spettanza o meno del beneficio, nel frattempo potrà essere utilizzato un simulatore ISEE (https://www.amministrazionicomunali.it/isee/calcolo_isee.php).
  • Con un patrimonio mobiliare, al momento della presentazione della domanda, (conto corrente postale o bancario, conto deposito postale o bancario, titoli di stato, obbligazioni, buoni fruttiferi, azioni o quote in società, partecipazioni in società italiane o estere) aggiornato al 30/04/2020 non superiore ad € 1.000,00 per ogni componente familiare;
  • in una situazione di particolare fragilità economica ed in particolare per:
  1. perdita del posto di lavoro successiva al 23/02/2020;
  2. mancato rinnovo dei contratti a termine successivamente al 23/02/2020;
  3. riduzione dal mese di gennaio 2020 dell’orario di lavoro almeno del 20% rispetto alle ore di lavoro svolte in precedenza;
  4. sospensione dell’attività libero-professionali con riduzione del fatturato registrato nel bimestre marzo-aprile uguale o superiore al 33% del fatturato relativo all’ultimo bimestre 2019;
  5. collocamento in cassa integrazione;
  6. decesso di un componente del nucleo successivo al 23/02/2020 che abbia causato una riduzione del reddito familiare;
  7. Situazione di necessità legata ad eventi pregressi rispetto all’emergenza sanitaria, che tuttavia è causa di una stabilizzazione della situazione di crisi o addirittura di un peggioramentodelle condizioni.

MISURE:

Misura 1: a sostegno del pagamento del mutuo per l’abitazione di residenza del nucleo familiare, fino ad un importo massimo di € 800,00. Sono cumulabili più rate mensili fino al raggiungimento dell’importo previsto dalla misura, nel caso invece il beneficio spettante fosse minore, il contributo verrà proporzionalmente ridotto. In caso di sospensione del mutuo il richiedente dovrà dimostrare con idonea documentazione che lo stesso la stessa non dovrà essersi verificata prima del mese di febbraio  2020.

Misura 2: a sostegno del pagamento del canone di locazione dell’abitazione di residenza del nucleo familiare fino ad un importo massimo di € 800,00. Sono cumulabili più canoni mensili fino al raggiungimento dell’importo previsto dalla misura, nel caso invece il beneficio spettante fosse minore, il contributo verrà proporzionalmente ridotto. Il  richiedente dovrà dimostrare con idonea documentazione che il canone è stato correttamente corrisposto fino a febbraio 2020.

Non sono ammessi alla misura i nuclei per i quali è attiva una procedura di sfratto.

Misura 3: a sostegno del pagamento delle spese condominiali dell’abitazione di residenza del nucleo familiare fino ad un importo massimo di € 300,00. Sono cumulabili più rate fino al raggiungimento dell’importo previsto dalla misura, nel caso invece il beneficio spettante fosse minore, il contributo verrà proporzionalmente ridotto. La richiesta potrà essere presentata solo relativamente alle spese in scadenza a partire da febbraio  2020.

Misura 4: a sostegno del pagamento delle spese per le utenze dell’abitazione di residenza del nucleo familiare fino ad un importo massimo di € 200,00. Sono cumulabili più fatture fino al raggiungimento dell’importo previsto dalla misura, nel caso invece il beneficio spettante fosse minore, il contributo verrà proporzionalmente ridotto. La richiesta potrà essere presentata solo relativamente alle fatture in scadenza a partire da febbraio 2020.

 

CUMULABILITA’/COMPATIBILITA’ CON ALTI INTERVENTI DI SOSTEGNO AL REDDITO:

Le misure sono cumulabili fra loro, ad esclusione della misura 1 e della misura 2. L’importo massimo erogabile a nucleo familiare è pari ad € 1.000. Nel caso di richiesta solo per le misure 3 e 4 l’importo massimo erogabile è pari ad € 500.

Il contributo è compatibile con il reddito o la pensione di cittadinanza in tutte le sue componenti, e con le analoghe iniziative promosse da regione Lombardia e dal Governo.  In tale caso l’importo massimo erogabile deve considerarsi ridotto del 40% rispetto alla quota massima prevista dal presente bando.

Sarà compito del servizio sociale individuare l’importo spettante a ciascun richiedente sulla base della valutazione che terrà conto delle effettive entrate percepite dal nucleo a qualsiasi titolo, nonché degli importi di altri benefici percepiti e compatibili con le presenti misure.

Inoltre, nella valutazione, i servizi sociali terranno conto del carico familiare (presenza di minori e disabili) e di altri indicatori di disagio sociale dichiarati nella domanda, soprattutto per la valutazione di domande complesse.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA:

Il modulo per la presentazione della domanda è scaricabile dal sito istituzionale del Comune di Cavenago di Brianza www.comune.cavenagobrianza.mb.it. o è reperibile in formato cartaceo presso il comune nell’espositore posizionato all’esterno dell’ex ufficio polizia locale in via XXV aprile n. 10.

L’istanza andrà inviata in via prioritaria a mezzo mail all’indirizzo buonispesa@comune.cavenagobrianza.mb.it, accompagnata dalla scansione/foto da cellulare di un documento di identità di chi la presenta e degli ulteriori documenti utili alla gestione della domanda.

In via secondaria e solo non disponendo di alcun indirizzo mail è possibile inviare la documentazione via Whatsapp al numero 3240104124.

Solo in caso di indisponibilità dei suddetti strumenti e in via residuale, la domanda può essere presentata imbucandola nell’apposita cassetta postale posizionata all’esterno dell’ex ufficio polizia locale in via XXV aprile n. 10.

TEMPI:

La domanda potrà essere presentata dal 08/06/2020 fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

DOCUMENTI

L'avviso

La domanda

INFORMAZIONI

Servizi Sociali 0295241480-81

ultima modifica:  17/06/2020
Risultato
  • 4
(1 valutazione)


Comune di Cavenago di Brianza indirizzo: Piazza Libertà, 18 - 20873 Cavenago di Brianza (MB)
telefono: 02-9524141   fax: 02-95241455    C.F. 01477970154    P.Iva 00714490968
PEC protocollo@pec.comune.cavenagobrianza.mb.it     e-mail protocollo@comune.cavenagobrianza.mb.it
Codice Ufficio I.P.A. : UFOT09   IBAN IT71R0306932860000000036900
Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl © 2016