Open      
motore di ricerca

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

AVVISO PUBBLICO: PROGETTI DI PRESA IN CARICO DEL SOSTEGNO PER L’INCLUSIONE ATTIVA

notizia pubblicata in data : lunedì 29 agosto 2016

AVVISO PUBBLICO: PROGETTI DI PRESA IN CARICO DEL SOSTEGNO PER L’INCLUSIONE ATTIVA

AVVISO PUBBLICO PER LA PREDISPOSIZIONE E ATTUAZIONE DEI PROGETTI DI PRESA IN CARICO DEL SOSTEGNO PER L’INCLUSIONE ATTIVA (SIA)

 (Decreto Interministeriale del 26 maggio 2016, pubblicazione Gazzetta Ufficiale Generale n. 166 GU del 18/07/2016)

 

Visto il decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, si informa che si dà avvio al Sostegno per l'Inclusione Attiva (SIA) sul territorio degli ambiti di Trezzo sull’Adda e di Vimercate.

Il Sostegno per l'Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate. Per godere del beneficio, il nucleo familiare del richiedente dovrà aderire ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa sostenuto da una rete integrata di interventi, individuati dai Servizi Sociali dei Comuni (coordinati a livello di Ambiti territoriali), in rete con gli altri Servizi del territorio (i centri per l'impiego, i servizi sanitari, le scuole) e con i soggetti del Terzo Settore, le parti sociali e tutta la comunità.

 

CHI PUO’ PRESENTARE DOMANDA?

Essere cittadino italiano o comunitario o suo familiare titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;

Essere residente in Italia da almeno 2 anni; 

Requisiti familiari: presenza di almeno un componente minorenne o di un figlio disabile, ovvero di una donna in stato di gravidanza accertata (nel caso in cui sia l'unico requisito familiare posseduto, la domanda può essere presentata non prima di quattro mesi dalla data presunta del parto e deve essere corredata da documentazione medica rilasciata da una struttura pubblica);

Requisiti economici: ISEE inferiore o uguale a 3.000,00 euro;

Non beneficiare di altri trattamenti economici rilevanti: il valore complessivo di altri trattamenti economici eventualmente percepiti, di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale, deve essere inferiore a euro 600 mensili, elevati a 900 euro in caso di presenza nel nucleo di persona non autosufficiente, come definita ai fini ISEE e risultante da DSU;

Non beneficiare di strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati: non può accedere al SIA chi è già beneficiario della NASPI, dell'ASDI o altri strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati;

Assenza di beni durevoli di valore: nessun componente deve possedere autoveicoli immatricolati la prima volta nei 12 mesi antecedenti la domanda oppure autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc immatricolati nei tre anni antecedenti la domanda; sono fatti salvi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità ai sensi della disciplina vigente;

Una Valutazione multidimensionale del bisogno permetterà al nucleo familiare del richiedente di accedere al beneficio. La valutazione tiene conto dei carichi familiari, della situazione economica e della situazione lavorativa. Sono favoriti i nuclei con il maggior numero di figli minorenni, specie se piccoli (età 0-3); in cui vi è un genitore solo; in cui sono presenti persone con disabilità grave o non autosufficienti. I requisiti familiari sono tutti verificati nella dichiarazione presentata a fini ISEE.

 

 

COME SI RICHIEDE IL SIA?

 

La domanda viene presentata da un componente del nucleo familiare al Comune. Entro 15 giorni lavorativi dalla ricezione delle domande i Comuni inviano all’Inps le richieste di beneficio in ordine cronologico di presentazione. Il Comune e l’INPS per quanto di propria competenza verificano il possesso dei requisiti dichiarati in fase di presentazione della domanda.

Nella valutazione della domanda si tiene conto delle informazioni già espresse nella Dichiarazione Sostitutiva Unica utilizzata ai fini ISEE. E' importante quindi che il richiedente sia già in possesso di un'attestazione dell'ISEE in corso di validità al momento in cui fa la domanda per il SIA.

 

TEMPI:

La domanda può essere presentata a partire da settembre 2016 presso il comune di residenza del cittadino interessato, fino a esaurimento del fondo ministeriale.

 

MODALITA’ DI EROGAZIONE ED ENTITA’ DEL BENEFICIO:

Il beneficio economico è concesso bimestralmente e viene erogato attraverso una Carta di pagamento elettronica (Carta SIA). Con la Carta si possono effettuare acquisti in tutti i supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie, uffici postali (per pagare utenze), abilitati al circuito Mastercard.

La numerosità del nucleo familiare e della valutazione multidimensionale del bisogno, determina l’entità del beneficio riconosciuto nelle misure della tabella sotto riportata.

 

Nucleo familiare

Ammontare del beneficio mensile

1 membro

80,00 euro

2 membri

160,00 euro

3 membri

240,00 euro

4 membri

320,00 euro

5 o più membri

400,00 euro

 

 

Per informazioni ed iscrizioni rivolgersi a:

Sportello Amm.vo Servizi Sociali, Via Rasini n. 15 nei giorni di apertura al pubblico

Lunedì e venerdì dalle 9.00 alle 12.30

Martedì dalle 15.30 alle 17.00

Mercoledì dalle 9.00 alle 12.00

Giovedì dalle 16.00 alle 19.00

 

 

ultima modifica:  15/06/2017
Risultato
  • 3
(35 valutazioni)
Comune di Cavenago di Brianza indirizzo: Piazza Libertà, 18 - 20873 Cavenago di Brianza (MB)
telefono: 02-9524141   fax: 02-95241455    C.F. 01477970154    P.Iva 00714490968
PEC protocollo@pec.comune.cavenagobrianza.mb.it     e-mail protocollo@comune.cavenagobrianza.mb.it
Codice Ufficio I.P.A. : UFOT09   IBAN IT71R0306932860000000036900
Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl © 2016