Open      
motore di ricerca

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

IMU TASI PAGAMENTI TARDIVI

notizia pubblicata in data : venerdì 05 luglio 2019

IMU TASI PAGAMENTI TARDIVI

Ravvedimento operoso per omesso/parziale versamento

In caso di omesso o parziale versamento dell'IMU e della TASI è possibile sanare la violazione utilizzando l’istituto giuridico del Ravvedimento Operoso.

Il Ravvedimento operoso consente al contribuente di pagare l'imposta dovuta con una piccola sanzione, ridotta rispetto alla sanzione piena (30%), con l’aggiunta di interessi calcolati in base al numero di giorni di ritardo.

Il ravvedimento operoso è disciplinato dall'Articolo 13 del  decreto legislativo 472/97.

Il ravvedimento operoso è utilizzabile solo se la violazione non sia stata già contestata e comunque non siano iniziate attività amministrative di accertamento delle quali il contribuente abbia avuto formale comunicazione.

In caso di ravvedimento, la sanzione e gli interessi sono versati sommandoli all'imposta e quindi con lo stesso codice tributo.

Le modalità di applicazione del ravvedimento sono le seguenti (D.Lgs. 158/2015):

  1. Ravvedimento Sprint: prevede la possibilità di sanare la propria situazione versando l'imposta dovuta entro 14 giorni dalla scadenza con una sanzione dello 0,1% giornaliero calcolata sull’ammontare dell'imposta a cui occorre aggiungere interessi giornalieri calcolati al tasso di interesse legale dello 0.80% annuo;
  2. Ravvedimento Breve: applicabile dal 15° al 30° giorno di ritardo, prevede una sanzione fissa dell’1,5% dell'imposta dovuta più gli interessi giornalieri calcolati al tasso di interesse legale dello 0.80% annuo;
  3. Ravvedimento Medio: applicabile dopo il 30° giorno di ritardo fino al 90° giorno, prevede una sanzione fissa del 1,67% dell'imposta dovuta più gli interessi giornalieri calcolati al tasso di interesse legale dello 0.80% annuo;
  4. Ravvedimento Lungo: applicabile dopo il 90° giorno di ritardo, ma comunque entro i termini di presentazione della dichiarazione relativa all'anno in cui è stata commessa la violazione. Qualora la dichiarazione non dovesse essere presentata, la data di riferimento è quella delle scadenze di versamento. A luglio 2019 i termini ancora aperti sono i seguenti:  
    omesso/parziale versamento saldo 2018: entro il 16 dicembre 2019;
    omesso/parziale versamento acconto 2019: entro il 16 giugno 2020;
    omesso/parziale versamento saldo 2019: entro il 16 dicembre 2020;
    Prevede una sanzione fissa del 3,75% dell'imposta dovuta più gli interessi giornalieri calcolati al tasso di interesse legale dello 0,80%.
ultima modifica:  05/07/2019
Risultato
  • 3
(49 valutazioni)
Comune di Cavenago di Brianza indirizzo: Piazza Libertà, 18 - 20873 Cavenago di Brianza (MB)
telefono: 02-9524141   fax: 02-95241455    C.F. 01477970154    P.Iva 00714490968
PEC protocollo@pec.comune.cavenagobrianza.mb.it     e-mail protocollo@comune.cavenagobrianza.mb.it
Codice Ufficio I.P.A. : UFOT09   IBAN IT71R0306932860000000036900
Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl © 2016